lunedì 13 giugno 2011

Troppo semplice...

Che bello poter parlare e scrivere fiumi di parole e' poi essere i primi a non averle rispettate..comodo no? il tempo guarisce tutto, e sopratutto fa' riflettere e vedere oltre cio' che sono i nostri occhi. La trasparenza e' un dono dato ha pochi e sopratutto a chi trasparente lo e'..la trasparenza e' fiducia, stima, rispetto, il mantenere le proprie promesse senza giudicare e senza mettere alla gogna qualcuno solo perche' crediamo di aver ragione. Ognuno nella vita e' quello che e' e si ritrova quello che semina...E' semplice aditare gli altri e non se stessi, e' troppo scomodo ascoltare le verita' e sventolare la bandiera della trasparenza. Troppo semplice fare bla bla bla e nei fatti dimostrare la verita' di quello che siamo realmente.. Mettersi a nudo..? Tu proprio tu ..che sei sempre stata vestita e' nascosta seguendo le chimere alle spalle di chi dici che ti vuole bene..e poi per te contano loro? Che strano se davvero una persona conta, non la ferisci scappando di fronte alla verita' ne la pugnali alle spalle correndo dove sai di perderla..Troppo semplice parlare col senno del poi...

7 commenti:

  1. Emozionante scritto...invita a riflettere...e , ad ogni rilettura una nuova rivelazione...difficile davvero , a volte leggersi dentro...bisognerebbe mettersi allo specchio per poter vedere veramente chi siamo..e poterlo fare sempre...un'opportunità nella quale abbiamo il diritto e il dovere di cogliere...e quanto è bello quando ci si riesce...si riacquista una libertà che sembrava perduta...la libertà di essere se stessi...sempre...toccante scritto Giò..che bel dono..un abbraccio per un sereno vissuto..
    Dandelìon

    RispondiElimina
  2. La verità a volte la costruiamo noi per paraventarla laddove non viene vista per quella che è. La ragione dov'è? Chi può dirlo, chi può ergersi a giudice...chi fugge via a volte lo fa per non aprire altre ferite e resta inerme mentre c'è chi la pone su di un palo come le streghe cattive e accende il fuoco. Nessuno deve permettersi di giudicare, ne dare conclusioni affrettate ma succede caro Gio...Ricatti morali? sì, possono diventarlo per chi come dici tu è trasparente ma vista come una melma da chi non la conosce; scrivi delle verità Giò indiscutibili, che però non devono essere rivolte solo a chi legge ma anche a chi scrive.
    I pensieri a volte non sono la realtà delle cose ma ciò che la mente costruisce intorno a noi.

    Serenità Gio...

    RispondiElimina
  3. Dandina purtroppo mi sono fidato di chi mi ha pugnalato alle spalle. Ma la cosa che mi fa' rabbia e' lo squallore di come mi sono fatto usare..
    Gio'

    RispondiElimina
  4. Vero dolcissima Costy :)
    Gio'

    RispondiElimina
  5. ...non è "farsi usare" Giò...quando si dona parte di noi, non lo si fà pensando a come verrà ricevuto...si dona e nulla più...un abbraccio ed un sorriso..sereno week end Giò..
    Dandelìon

    RispondiElimina
  6. Infatti Dandena non e' farsi usare..ma essere usati e' non vedere che e' cosi..:)
    Gio'

    RispondiElimina
  7. Ciao Dual,strano queste cose le avrei potute scrivere anch'io, situazioni identiche, ci fidiamo troppo forse delle persone che non lo meritano, ma all'inizio sembrano perfette, anzi troppo, ci dicono quello che vogliamo sentire e una volta caduti nella trappola ci mollano o si permettono di usarci a loro piacimento senza rispetto, la nostra dignita' alla fine interviene e prendiamo provvedimenti, salvando il salvabile, ma tutte le volte ne usciamo distrutti, d'altra parte il carattere rimane sempre quello ho notato, le esperienze servono fino ad un certo punto, il pensiero di diventare come loro ci sfiora, ma non ne siamo capaci per fortuna, almeno riusciamo a guardarci nello specchio, fieri di noi stessi, anche se feriti, ciao grazie rosa buona giornata.)

    RispondiElimina